Curiosità

  • La Puglia è la più grande regione europea produttrice di olio e vanta più di 340.000 ulivi secolari, con oltre 300 anni di vita;
  • La longevità dell’ulivo dipende dalla sua spontanea capacità rigenerativa: in caso di danneggiamento, dalla “ceppaia” (una sorta di rinforzo collocato alla base del tronco) germogliano gemme, inizialmente dormienti, in grado di rigenerare totalmente parti che, per svariati motivi, risultano danneggiate, secche o morte;
  • L’olio di cultivar Coratina presenta delle note gustative molto particolari: il gusto fruttato si unisce a un sentore amaro – piccante derivante da una elevata concentrazione di polifenoli, antiossidanti naturali che rallentano l’invecchiamento sia dell’uomo che dell’olio e sinonimo di un prodotto extravergine di altissima qualità;
  • L’olio d’oliva venne adoperato per la prima volta in cucina dal popolo degli Etruschi, i quali lo utilizzarono anche per accendere le lucerne e per lenire dolori muscolari derivanti dalle attività sportive;
  • L’olio di oliva può essere utilizzato in modo alternativo anche per: curare le labbra screpolate, rimuovere la pittura dai capelli, struccare e idratare la pelle, ammorbidire le cuticole. Unendo due parti di olio d’oliva con una parte di succo di limone o aceto, si può inoltre migliorare la lucentezza dei mobili in legno.